Gare campionato UISP 2021/2022

Fase 1 – Girone C

Sabato 23 ottobre 2021 – Vicopò – h. 15.00 – 3^ giornata andata

Adas Schiaffino – Pol. Il Cervo   2 – 5 (2 – 3) 

Formazione: Narzisi S., Arlotti (50′ Mozzoni), Barberini, Tira, Pia, Chiodo (55′ Cioni), Leòn, Dardari (50′ Ramos), Balestra (45′ Dati), Arabia, Vulcano G.
A disposizione: Fornaro L.
Allenatore: Narzisi G.
Dirigenti: Fornaro C. – Fornaro G.
Ammonito: Barberini
Arbitro: Sig. Testa

Cronaca: Adas, che combini! Con una prestazione disastrosa costellata di errori gravissimi, ragala al Cervo una vittoria sulla quale c’è poco da commentare: se in una gara di 70 minuti ne giochi solo 5, nei quali fai due gol e vai vicino al terzo, c’è senz’altro qualcosa da registrare. Nessuna giustificazione, ma tanta amarezza e delusione da parte di tutti. Per la cronaca, l’Adas, dopo aver letteralmente regalato i primi due gol al Cervo, ha una fiammata di orgoglio andando prima a rete su rigore concesso per atterramento di Leon e trasformato da Arabia; poi sempre Arabia si destreggia in area e batte a rete, ma una fortunosa deviazione fa sì che la palla lambisca il palo; infine sempre Arabia, oggi migliore in campo, salta la difesa avversaria e pareggia. Neanche il tempo di gioire e un’altro errore porta in vantaggio il Cervo che poi nella ripresa dilaga fissando il risultato sul 5 – 2 per il Cervo che così centra la prima vittoria stagionale e supera in classifica l’Adas.



Sabato 16 ottobre 2021 – Fognano 2 – h. 15.30 – 2^ giornata andata

Real Africans – Adas Schiaffino   4 – 0 (2 – 0) 

Formazione: Narzisi S., Arlotti (45′ Minardi), Barberini, Tira (55′ Capriello), Pia, Mozzoni, Chiodo (42′ Vulcano G.), Sopradazzi, Dardari (40′ Balestra), Dati, Vulcano C. (35′ Cioni).
A disposizione: Fornaro L.
Allenatore: Narzisi G.
Dirigenti: Fornaro C. – Fornaro G.
Ammonito: Narzisi S.
Arbitro: Sig. Rodio

Cronaca: Anche oggi ci troviamo a fare del “vittimismo”. Davanti al Direttore di gara Rodio, all’osservatore ufficiale Patini e all’aspirante osservatore Loffi, l’Adas è riuscita a fornire una prestazione degna dell’infierire sia da parte arbitrale, sia da parte degli avversari. Sembrava quasi una spedizione punitiva quella inviata dall’Uisp nei confronti dell’Adas, per essersi la settimana scorsa lamentata dell’incapacità arbitrale di colui che per quest’anno non ci arbitrerà più. Veniamo al punto: gara dura dall’inizio per l’Adas, imbarazzata dallo strapotere fisico del Real Africans. Difesa in difficoltà, centrocampo inefficace, attacco isolato: tutto ciò ha portato gli africani a sfiorare il vantaggio in più di un’occasione. Nel frattempo l’arbitro ammonisce il n. 8 avversario, Barusso, che poco dopo si rende protagonista di un brutto intervento su Chiodo. L’arbitro erroneamente non estrae il secondo cartellino, evitando al Real Africans di restare in 10. I segni di risveglio Adas si hanno verso la metà del primo tempo, quando prima Mozzoni calcia a lato da posizione favorevole e poi Dardari dalla distanza colpisce la parte inferiore della traversa con palla che rimbalza sulla riga. Sul rovesciamento di fronte, da azione di corner, l’arbitro, posizionato malissimo, non vede la carica di un africano su Narzisi che finisce a terra mentre Diaby realizza. Ma l’episodio più vergognoso si verifica qualche minuto dopo: Narzisi, dolorante, richiama l’attenzione dell’arbitro, i suoi compagni buttano fuori la palla per farlo soccorrere e dopo un minuto si riprende con una rimessa laterale per gli africani. Vergognosamente, questi non restituiscono la palla e anzi mettono un loro giocatore davanti a Narzisi che viene infilato per la seconda volta. Proteste vibranti quanto inutili dei giocatori Adas, anche beffeggiati dagli avversari che danno loro ragione ma si guardano bene dal far segnare l’Adas per riparare al danno loro inferto. Praticamente la gara finisce qui, il resto del primo tempo e il secondo non hanno ragione di essere di fronte a questo gesto di vigliaccheria. Real Africans, chapeau!!! Anche oggi lo sport ha perso!



Sabato 9 ottobre 2021 – Vicopò – h. 15.00 – 1^ giornata andata

Adas Schiaffino – Terre Alte Berceto   1 – 1 (0 – 0) 

Formazione: Narzisi S., Arlotti (50′ Vulcano G.), Barberini, Tira, Pia, Sopradazzi (35′ Arabia), Leòn, Chiodo (60′ Quiceno), Ramos (35′ Vulcano C.), Dati (55′ Dardari), Cioni (35′ Furore).
A disposizione: Fornaro L.
Allenatore: Narzisi G.
Dirigenti: Fornaro C. – Fornaro G.
Marcatore: Quiceno
Ammonito: Leòn
Arbitro: Sig. Campanini

Cronaca: Avremmo voluto raccontare una bella pagina di sport dopo 19 mesi di stop a causa del Covid e i presupposti c’erano tutti, con la voglia di ritornare a calcare i campi da gioco. Avremmo voluto narrare le gesta sportive di amatori del calcio che ci mettono spesso il loro impegno e quando possono anche la loro bravura per superare l’avversario di turno. E invece questa giornata è stata malamente rovinata da un brutto e grave episodio di razzismo che ha fatto saltare i nervi ai componenti dell’Adas Schiaffino, non tutelati dal comportamento permissivo dell’arbitro che non ha sanzionato come doveva l’autore del vile gesto. La gara comincia bene per il Berceto, che prende in mano il gioco pur senza rendersi pericoloso sotto porta. Poi il fattaccio: il vice capitano del Berceto, dopo un contrasto di gioco, indirizza a Leòn dell’Adas Schiaffino l’epiteto “Negro di merda”. Immediate le reazioni di giocatori e dirigenti Adas che chiedono l’intervento dell’arbitro, il quale si cela dietro il più classico dei “non ho sentito”, pur essendo nelle vicinanze: vergogna! E vergogna anche per il capitano del Berceto, il cui nome non merita di essere menzionato, che, invitato dai giocatori dell’Adas a prendere posizione nei confronti del suo vice, risponde con un altrettanto miserevole “l’arbitro non ha sentito!”.

La gara dopo alcuni minuti riprende, ma gli animi sono surriscaldati e si giunge all’intervallo con l’Adas che, pur a fatica, alza il proprio baricentro e si affaccia più volte in area avversaria. Nella ripresa l’Adas è più reattiva e spinge sulle fasce creando non pochi problemi al Berceto. Al 18′ l’arbitro si inventa un fallo sulla trequarti a favore del Berceto, cross in area, carica al portiere, l’arbitro non fischia e il Berceto si ritrova immeritatamente in vantaggio. Comincia il forcing Adas che durerà fino al termine e che procura una traversa di Arabia in semirovesciata, un fallo di mano in area bercetese che “stranamente” l’arbitro non vede e proprio allo scadere dell’ultimo minuto di recupero il più che meritato pareggio di Quiceno che in mischia insacca dopo una punizione respinta dalla difesa del Berceto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: